Computer News

Loading...

lunedì 23 febbraio 2015

100 trucchi per Windows 7 e Windows 8

100 trucchi per Windows 7 e Windows 8

1.
Scopriamo come abilitare il God Mode, cancellare i dati in modo sicuro e fare login automaticamente.
[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-02-2015]
windows tricks
Iniziamo oggi una serie di articoli in cui sveliamo i migliori trucchi per ottenere il massimo da Windows 7 e Windows 8. Ogni settimana ne presentiamo alcuni, coprendo argomenti che vanno dalle modifiche, all'aspetto, ai segreti per rendere più veloce il sistema operativo.



1. Abilitare il God Mode

Trovare esattamente ciò che serve nel Pannello di Controllo, navigando tra le categorie, può essere faticoso e frustrante.

godmode01
Il cosiddetto God Mode è una speciale modalità di visualizzazione che mostra in un elenco chiaro oltre 260 opzioni, comprese quelle più nascoste, e di accedere loro da una schermata del tutto simile a quella di una normale cartella.

Per attivare il God Mode dovremo per l'appunto creare una nuova cartella, che chiameremo GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}.

Il termine che precede il punto - nell'esempio, GodMode - può essere variato a piacere, mentre quanto è racchiuso tra le parentesi graffe deve essere scritto tal quale.

La cartella così creata assumerà l'icona del Pannello di Controllo e, se aperta, mostrerà l'elenco delle varie opzioni disponibili; queste potranno essere ordinate esattamente come si fa per i file, per esempio scegliendo l'ordine alfabetico.

godmode02
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Le funzioni più utili o utilizzate più spesso, poi, potranno essere copiate o trascinate in un'altra cartella, così da ritrovarle più rapidamente in un secondo tempo.



2. "Scuotere a icona" le finestre

Quando si aprono molti programmi contemporaneamente, il desktop facilmente si affolla di finestre. Ciò può essere fastidioso se si sta lavorando su una finestra sola e si desidera ridurre a icona tutte le altre.



Prima di Windows 7, le opzioni erano soltanto due: ridurle tutte a icona usando l'apposito pulsante sulla barra, oppure ridurre a icona manualmente una finestra alla volta, lasciando in tal modo attiva soltanto quella che interessa.

Con Windows 7 è stata introdotta una modalità che permette di ridurre a icona con un solo gesto tutte le finestre che non sono attive.

Bisogna fare clic sul titolo della finestra che si vuole tenere aperta, e mantenere premuto il pulsante sinistro del mouse; quindi, "scuotere" rapidamente la finestra, sino a che tutte le altre non saranno ridotte a icona. A quel punto si potrà lasciare il pulsante del mouse. Per ripristinare la situazione precedente, basterà un altro "scossone".

Lo stesso effetto si ottiene premendo la combinazione di tastiWin+Inizio, ma è molto meno divertente.



3. Abilitare il login automatico

La schermata di login, in cui inserire il nome utente e la password, è un sistema semplice per evitare che altri accedano al PC e magari mettano il naso tra i documenti.

netplwiz
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Per chi vive da solo, o è l'unico a utilizzare quel particolare computer, tale schermata può però apparire soltanto una scocciatura: facendo in modo che il login avvenga in automatico a ogni avvio si risparmia un po' di tempo, anche se si rinuncia a un po' di privacy.

Il primo passo è attivare la gestione avanzata degli utenti, scrivendo nella casella di ricerca del menu Start netplwiz; se ciò non dovesse funzionare, bisognerà scrivere control userpasswords2.

In entrambi i casi apparirà una finestra che mostrerà l'elenco degli utenti e, nella parte alta, l'opzione che ci interessa: unacheckbox con a fianco la scritta Gli utenti devono inserire il nome utente e la password per usare questo computer.

Togliendo il segno di spunta dalla checkbox e premendoApplica apparirà una nuova finestra, nella quale andranno inseriti i dati (il nome utente, la password e la conferma della password) dell'utente per il quale si vuole che avvenga il login automatico.



4. Eliminare definitivamente i dati cancellati

Cancellare un file non significa farlo sparire per sempre: anche quando si svuota il Cestino, il file in sé resta comunque presente sul disco rigido; soltanto, lo spazio da esso occupato viene contrassegnato come libero, in modo che possa essere utilizzato per scrivervi altri dati.

La vera eliminazione dei dati cancellati avviene dunque soltanto nel momento in cui questi vengono sovrascritti con dati nuovi. Prima che ciò accada, però, può passare anche parecchio tempo, e nel frattempo è possibile con apposite utility recuperare i file che si credevano eliminati.

cipher
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Per evitare che ciò sia possibile, operando una vera cancellazione, si usa un'operazione detta wiping(dal verbo inglese che significapulire, strofinare).

Si tratta in sostanza di sovrascrivere lo spazio contrassegnato come libero con dati casuali, in modo che i dati ancora presenti divengano irrecuperabili. Windows offre un programma che, oltre a svolgere altre funzioni, esegue anche questo compito: cipher.

Per eseguirlo occorre innanzitutto aprire un Prompt dei Comandi, poiché il software in questione non offre un'interfaccia grafica. Il comando da dare è cipher /w:X, dove X è la lettera che indica il drive o la partizione da ripulire. Il processo non è istantaneo ma anzi può richiedere un certo tempo.
2.
Scopriamo come velocizzare Windows all'avvio, selezionare più file senza usare la tastiera e sfruttare al meglio le Sticky Notes.



3d windows logo wallpaper
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Proseguiamola serie di articoli che svela i migliori trucchi per ottenere il massimo da Windows 7 e Windows 8. Ogni settimana ne presentiamo alcuni, coprendo argomenti che vanno dalle modifiche, all'aspetto, ai segreti per rendere più veloce il sistema operativo.



5. Attivare i temi regionali

Nel configurare il sistema operativo anche l'occhio vuole la sua parte, inutile negarlo.

Quando si installa Windows 7 per la prima volta e si sceglie la nazionalità, il sistema sceglie automaticamente i temi che offrirà di default all'utente: se esiste un tema relativo alla nazione di quest'ultimo, esso verrà aggiunto a quelli disponibili.

temi01
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Gli altri resteranno nascosti. Nel caso della versione italiana non saranno quindi visibili, di default, i temi per gli USA, il Regno Unito, il Sudafrica, il Canada e l'Australia, ossia tutti i temi nazionali presenti in Windows.

Tali temi possono tuttavia ancora essere visualizzati e scelti per il proprio desktop: è sufficiente scrivere nella casella di ricerca del menu Start di Windows 7C:\Windows\Globalization\MCT (e premere Invio) per approdare alla cartella che li contiene.

temi04
Aprendo ogni singola cartella si potranno prelevare gli sfondi delle varie nazioni (normalmente nascosti) oppure, entrando nella cartella Theme e facendo doppio clic sull'anteprima, attivare quel tema in modo che sia disponibile nel PC.



6. Velocizzare Windows riducendo i processi all'avvio

A mano a mano che si installano nuovi software e periferiche la lista di processi che Windows fa partire all'avvio si allunga spesso in maniera inquietante: il risultato è che troppe risorse vengono consumate da processi di cui si potrebbe fare a meno.

avvio01
Msconfig in Windows 7
Per esempio, in generale non è strettamente necessario che software come GoogleUpdate o QuickTime continuino a girare in background.



Per sfoltire un po' il numero di processi che partono all'avvio si può utilizzare l'utilià di configurazione del sistema. Per avviarla è sufficiente scrivere msconfig nella casella di ricerca del menu Start di Windows 7 o nella schermata Start di Windows 8, e premere Invio.

Si aprirà una finestra che al proprio interno conterrà varie schede. Quella che ci interessa è la scheda indicata comeAvvio. Da lì sarà possibile disattivare uno per volta tutti i processi ritenuti non necessari, operazione che si esegue semplicemente levando il segno di spunta dalla checkbox e quindi premendo Applica.

In Windows 8 la procedura è solo leggermente diversa. La scheda Avvio invita a utilizzare Gestione Attività per selezionare i programmi da far partire all'avvio, e fornisce un comodo link per arrivarvi. Da Gestione Attività, poi, la disattivazione dei software che non servono avviene facendo clic con il tasto destro sul programma da disattivare e selezionando la voce Disabilita dal menu contestuale oppure selezionando una delle voci e premendo il pulsante Disabilitain basso.

avvio win8
Gestione Attività in Windows 8 (Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
È ovviamente importante fare attenzione a ciò che si disattiva, e procedere soltanto se si sa esattamente che cosa si sta facendo. Nel caso di dubbi sulla natura di un processo si può consultare un database online come quello di Process Library: inserendo il nome del processo nella casella di ricerca si ottengono tutte le informazioni necessarie.



7. Selezionare file multipli

Chi non ha mai avuto la necessità di fare una cernita tra le centinaia di foto delle vacanze per copiare soltanto le migliori o per eliminare quelle inguardabili in un colpo solo? O chi non ha avuto bisogno di sfoltire la propria raccolta di MP3, cancellando i doppioni o quelli con qualità troppo bassa?

selezione01
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
In questi casi, procedere manualmente cancellando o copiando, a seconda della necessità, un file alla volta è un'operazione lunga e tediosa. Per fortuna prima o poi tutti scoprono che, tenendo premuto il tasto Ctrl, è possibile selezionare i file che interessano anche se questi non sono vicini tra loro nella finesra di Esplora Risorse.

Il problema è che basta un attimo di distrazione perché l'accurato lavoro di selezione venga vanificato da un click fuori posto.

Fortunatamente Windows offre un sistema alternativo, che però non è attivo di default.

Per abilitarlo in Windows 7 occorre innanzitutto cliccare sul pulsante Organizza presente nella barra di Esplora Risorse e selezionare dal menu che si aprirà la voce Opzioni cartella e ricerca. Si aprirà una nuova finestra con tre schede: dovremo attivare la scheda Visualizzazione.

In Windows 8, sempre da Esplora Risorse, occorre cliccare sulla voce di menu Visualizza e quindi scegliere Opzioni dalribbon che apparirà. Si aprirà così la medesima finestra con tre schede vista in Windows 7.

Scorrendo l'elenco delle opzioni presentate nel riquadroImpostazioni avanzate arriveremo alla voce Utilizza caselle di controllo per selezionare gli elementi. È questa la funzionalità che dovremo attivare, apponendo il solito segno di spunta nella casellina che vi sta a fianco e premendo OK.

selezione02
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Così facendo, ogni volta che passeremo il puntatore del mouse al di sopra dell'icona di un file vedremo apparire una casellina; cliccandovi selezioneremo il file corrispondente, e potremo così procedere a selezionare tutti i file che vorremo, anche se non vicini nell'elenco, senza dover ricorrere alla tastiera.



8. Personalizzare le note di Sticky Notes

Windows 7 permette di "appiccicare" allo sfondo del desktop delle note colorate che, nell'aspetto, richiamano i famosi Post-it.

note01
Non tutti sanno che sono possibili diverse personalizzazioni, sia nell'aspetto dei foglietti virtuali che in quello del testo.

note02
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Se sul desktop non sono presenti note, per inserire la prima occorre avviare il programma: nella casella di ricerca del menu Start di Windows 7 o nella schermata Start di Windows 8 bisogna scrivereSticky Notes (basta una parte del nome perché Windows lo completi automaticamente), e premere invio. Un foglietto giallo apparirà sul desktop.

Cliccandovi sopra col tasto destro apparirà un menu tramite il quale si potrà scegliere il colore del foglietto stesso, che potrà essere blu, verde, rosa, viola, bianco o giallo.

Per modificare l'aspetto del testo non sono presenti né pulsanti né menu, ma è necessario utilizzare le stesse scorciatoie che sono abituali negli elaboratori di testi come Word. Di seguito forniamo l'elenco delle scorciatoie supportata da Sticky Notes e il loro effetto.

note03
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
Ctrl + B: trasforma in grassetto il testo selezionato.
Ctrl + I: trasforma in corsivo il testo selezionato.
Ctrl + U: sottolinea il testo selezionato.
Ctrl + T: traccia una linea sul testo selezionato.
Ctrl + A: trasforma in maiuscolo il testo selezionato. Ogni volta che la scorciatoia viene ripetuta il testo passa da maiuscolo a minuscolo e viceversa.
Ctrl + Shift + L: Crea un elenco puntato. Ogni volta che la scorciatoia viene ripetuta l'elenco passa da puntato a numerato.
Ctrl + Shift + .: aumenta la dimensione del testo selenzionato.
Ctrl + Shift + ,: diminuisce la dimensione del testo selenzionato.
Ctrl + R: allinea a destra il testo selezionato.
Ctrl + E: allinea al centro il testo selezionato.
Ctrl + L: allinea a sinistra il testo selezionato.
Ctrl + 1: applica l'interlinea singola al testo selezionato.
Ctrl + 2: applica l'interlinea doppia al testo selezionato.
Ctrl + 5: applica l'interlinea 1,5 righe al testo selezionato.



Prova!

SpeedTest Italia

(c) www.Speedtest-Italy.com | Speedtest-Italy.com